I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale. Ulteriori informazioni.
moncler outlet moncler outlet online moncler outlet jackets christian louboutin outlet cheap mlb jerseys wholesale mlb jerseys cheap mlb jerseys cheap mlb jerseys from china cheap mlb jerseys free shipping wholesale cheap jerseys lululemon black friday lululemon black friday deals cheap nike nfl jerseys cheap nfl jerseys cheap nhl jerseys cheap nhl hockey jerseys wholesale nba jerseys cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys authentic louboutin pas cher cheap authentic nfl jerseys fake oakleys fake oakleys for sale fake oakley sunglasses cheap nhl jerseys fake oakleys fake oakleys for sale cheap fake oakleys cheap jerseys online cheap nfl jerseys china Lululemon Sale Black Friday Lululemon Cyber Monday cheap nfl jerseys online
ALIg 2015

24/11/2015
ALIg 2015

AZIENDE A CACCIA DI INGENGERI

MIGLIAIA DI LAUREATI ALLA FIERA DEL LAVORO.

LE IMPRESE: CERCHIAMO GIOVANI CURIOSI DISPOSTI AD ANDARE ALL'ESTERO

15 Novembre Messaggero Veneto

di Giacomina Pellizzari

Cerchiamo ingegneri meccanici, elettrici ed elettronici, li cerchiamo qui perché l’università di Udine li prepara bene». Claudio Cirio, il responsabile delle risorse umane della Sms group, il colosso tedesco dell’acciaio, ieri, era a caccia di teste nel teatro Giovanni da Udine dove andava in scena “La fiera del lavoro” organizzata dall’associazione dei laureati in ingegneria gestionale (Alig) e dall’ateneo friulano. «Vede quel giovane con gli occhiali? È uno dei due ingegneri laureati a Udine che abbiamo assunto lo scorso anno» aggiunge Cirio tratteggiando il profilo del tecnico ideale: «Deve essere curioso, deve avere voglia di mettersi alla prova e di lavorare all’estero». Complessivamente, le aziende hanno messo a disposizione 140 posti di lavoro.Tante le domande formulate, ieri, da 57 responsabili delle risorse umane di altrettante aziende italiane e straniere ai laureandi, laureati e anche ai disoccupati in cerca di lavoro. Per tutto il pomeriggio, il teatro era paragonabile a un ufficio di collocamento tant’è che davanti ad alcune postazioni non mancavano le file dei giovani desiderosi di sottoporsi al giudizio delle aziende. I lavori sono iniziati con un minuto di silenzio per ricordare le vittime degli attentati di Parigi, sollecitato dal professor Marco Sartor, delegato dal rettore al Placement, nonchè presidente dell’Alig. Almeno 1.200 laureati si sono sottoposti ai colloquio e hanno chiesto un aiuto agli esperti di “Umana” per compilare i curricula vitae. I laureati che si affacciato al mondo del lavoro compiono diversi errori: «A partire da quelli grammaticali - ha rivelato una consulente - per arrivare alla mancanza della data di nascita o del numero di telefono». Per non parlare delle fotografie allegate dai giovani in cerca di lavoro che prediligono immagini scattate in mezzo alla natura o con abbigliamenti non troppo adatti a uffici e laboratori. Ecco perché alla Fiera del lavoro non mancava un fotografo professionista che dopo aver scattato la foto tessera dei candidati gliela consegnava in una chiavetta Usb.Poco più avanti le presentazioni delle aziende registrate dagli organizzatori degli eventi. «Tra qualche giorno i filmati saranno a disposizione per chi non ha potuto partecipare alla Fiera sul canale youtube» assicura Sartor nel ricordare che «la voglia di molti giovani di mettersi comunque in gioco, di superare le paure e di investire in loro stessi è comunque superiore al terrore che alcuni tentano di diffondere». Nei prossimi giorni ciascun imprenditori che si è impegnato per iscritto ad assumere almeno una persona nei prossimi sei mesi, comunicherà a Sartor quanti candidati hanno superato il primocolloquio e quanti, quindi, saranno richiamati a sostenere un ulteriore confronto.Seguitissimo pure il talk show moderato dal giornalista Giuseppe De Filippi (Tg5) sul Luxury management e le prove su strada con i bolidi della Bmw e della Mercedes benz.